WhatsApp per Android, nuova funzione "Leggi dopo"
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 289

“Leggi dopo”, la nuova funzione di WhatsApp

La versione di WhatsApp per Android sta per ricevere un aggiornamento che renderà felici tutti gli utenti. Si tratta della funzione “Read later”, in italiano tradotta con “Leggi dopo”, con cui è possibile gestire la lettura delle chat alle quali non possiamo badare nell’immediato, magari perché meno importanti di altre o perché si è impegnati in altre faccende nel corso della giornata.

La nuova funzionalità “Leggi dopo” è stata sviluppata per rendere più efficienti le chat archiviate e potenziare un’altra funzione che sarà presto implementata sulla famosa app di messaggistica istantanea: la modalità “Vacanza” (in inglese “Vacation Mode”). Insomma, lo scopo è migliorare la gestione delle chat archiviate così da non essere tempestati di notifiche inopportune.

Chat archiviate, come funzionano ora

Attualmente archiviare una chat significa relegarla in fondo, rendendola quasi invisibile nell’elenco delle chat attive. Le chat archiviate sono infatti memorizzate all’interno della sezione apposita “Chat archiviate” e sono spesso usate per impedire che il contenuto di quella conversazione sia visualizzabile nella lista delle chat recenti. Ognuno può voler archiviare la chat per motivi diversi.

Se dovessimo, però, ricevere un messaggio nella chat archiviata, questa torna nuovamente in primo piano. Non solo: così facendo viene meno la notifica del messaggio ricevuto. La modalità “Vacanza” dovrebbe servire proprio ad evitare che accada questo inconveniente: grazie all’imminente funzione, ogni chat archiviata resterà tale anche dopo un messaggio in entrata.

Leggi anche: WhatsApp, ecco i messaggi che si autodistruggono

“Leggi dopo”, come cambiano le chat archiviate

Con la funzione “Leggi dopo” di WhatsApp le chat archiviate funzionano in maniera diversa: anziché essere collocate in fondo alla lista delle chat attive, ora l’icona relativa è in testa, così da accedere alle chat nascoste in maniera più rapida.

Un altro vantaggio ha a che fare con quello che succede con le chat archiviate quando riceviamo un messaggio. A differenza del precedente funzionamento, adesso è come se la modalità “Vacanza” fosse sempre attiva: non solo la chat archiviata continua a restare nascosta, ma non ci vengono mostrate più neanche le notifiche relative ai nuovi messaggi in entrata. Per controllare e poter leggere gli eventuali messaggi in arrivo, dobbiamo semplicemente entrare nella sezione apposita.

“Leggi dopo”, perché è utile

La funzione “Leggi dopo” non stravolge completamente le chat archiviate, ma le cambia in meglio. Grazie alla nuova funzionalità abbiamo la possibilità di silenziare una chat in modo permanente senza correre il rischio di visualizzarla ancora tra le chat recenti.

Non dobbiamo, infine, dimenticare anche le chat di gruppo: se riceviamo un messaggio mentre ad esempio stiamo lavorando, possiamo usare la funzione “Leggi dopo” per evitare distrazioni e leggere la conversazione in un secondo momento. Come? Semplicemente entrando nella nuova sezione dedicata alle chat archiviate, così da rendere quella di gruppo incriminata nuovamente visibile tra quelle attive.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Signal. come cresce l'app tipo WhatsApp
icona app

Blog

Signal: ecco come vuole espandersi l’anti-WhatsApp del momento

WhatsApp è usata da ben 2 miliardi di persone nel mondo, un traguardo da cui deriva il merito di essere sicuramente la più popolare tra le applicazioni di messaggistica…

Gli smartphone Huawei ricevono l'aggiornamento a EMUI 10
icona app

Blog

Huawei e EMUI 10: nuovo aggiornamento tra novità e problemi

I due sistemi operativi maggiormente utilizzati nell’ambito dei dispositivi mobili sono Apple e Android. Vi sono, però, degli smartphone sui quali è stata installata un’interfaccia utente propria, al fine…

Google Play Pass, a cosa serve
icona app

Blog

Google Play Pass: abbonati per accedere a centinaia di app

Non tutte le app presenti sul Play Store sono disponibili gratuitamente. Molte sono a pagamento e spesso si tratta di applicazioni utili che è opportuno avere sul proprio smartphone….

Iscriviti alla Newsletter