Telegram, quiz e sondaggi
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 257

Aggiornamento Telegram: arrivano quiz e sondaggi

Novità in casa Telegram. L’acerrima rivale di WhatsApp si aggiorna presentando nuove features nella versione 5.14 (sia per piattaforma Android che iOS): quiz e opzioni nuove per i sondaggi. Per poter sfruttare le funzioni inedite basta recarsi nella sezione relativa ai sondaggi.

Dopo l’aggiornamento della versione beta di WhatsApp con l’attesa modalità scura, è ora il turno di Telegram. L’applicazione mette a disposizione dei suoi iscritti opzioni aggiuntive dedicate a una delle funzionalità più amate sin dal suo rilascio ufficiale avvenuto a fine 2018: stiamo parlando dei sondaggi, utilizzati soprattutto da chi si occupa della gestione di canali e gruppi. Scopriamo nello specifico i cambiamenti in corso.

Sondaggi, quali sono le novità

I sondaggi migliorano ulteriormente arricchendosi di tre nuove modalità:

  1. la possibilità di sapere il nome di chi ha votato e cosa ha votato
  2. la possibilità di esprimere preferenze multiple
  3. la possibilità di creare dei quiz.

Ciascuna di esse può essere sfruttata accedendo alla sezione apposita, cioè quella dedicata alla creazione dei sondaggi: dopo aver creato il sondaggio, il creatore può decidere di far rimanere anonima o esplicitare la votazione dei partecipanti e può anche inserire più risposte contemporaneamente. La domanda e le relative risposte inerenti al sondaggio vengono poi inviate sul gruppo, affinché ogni iscritto possa dare il proprio feedback.

Se da un lato i sondaggi sono usati principalmente dagli amministratori dei gruppi e dei canali, tra gli estimatori compaiono anche gli utenti che vogliono interagire esprimendo il proprio parere. A tal proposito dobbiamo ricordare che i sondaggi possono rivelarsi estremamente utili per capire quali sono i servizi o i prodotti preferiti dagli iscritti, ma anche i contenuti maggiormente apprezzati. Insomma, rappresentano uno strumento esclusivo che in altre app di messaggistica istantanea, WhatsApp in primis, non è assolutamente contemplato.

Quiz, come funzionano su Telegram

Così come per la realizzazione dei sondaggi, anche i quiz devono essere creati dalla medesima sezione, ma in questo caso occorre selezionare già la risposta corretta affinché l’utente possa rendersi conto visivamente di aver indovinato o meno.

In aggiunta a questa modalità, Telegram ha voluto presentare un’ulteriore novità, ovvero il @QuizBot: consiste nella possibilità di inserire all’interno di questi simpatici giochi domanda-risposta anche immagini e file multimediali di vario tipo. Si tratta di una funzionalità pensata per intrattenere gli utenti con quiz più complessi.

Non ci resta che attendere gli sviluppi futuri e lasciarsi sorprendere da un’app piena di risorse come Telegram dimostra di essere.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

App Huawei: scopri le migliori app gratis per Android
icona app

Blog

App Huawei: lista applicazioni da scaricare

Gli smartphone Huawei si stanno diffondendo sempre più sul mercato della telefonia grazie ad un ottimo rapporto qualità/prezzo. Se stai leggendo questo articolo molto probabilmente hai acquistato un cellulare…

App to do list, quali sono le migliori
icona app

Blog

Le migliori app to do list per la tua produttività

Riuscire a gestire tutti i tuoi impegni quotidiani ti sembra a volte complicato? La tua agenda grida pietà perché non fai altro che riempirla di appuntamenti e note scritte…

Mixed Reality, la tecnologia alla base dell'app del Policlinico di Bari
icona app

Blog

Policlinico Bari premiato per app consulti contro ictus e infarti

Quando l’innovazione tecnologica è al servizio dell’uomo, nascono progetti degni di nota per l’intera comunità. È il caso dell’applicazione sviluppata con successo dal Policlinico di Bari, in virtù della…

Iscriviti alla Newsletter