Telegram aggiornamento, come importare chat da WhatsApp
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 219

Telegram si aggiorna: ora puoi importare le chat da WhatsApp

Gennaio 2021 è stato un mese florido per Telegram che ha infatti visto crescere il numero di follower di ben 100 milioni di utenti. Complice della crescita l’enorme polverone venutosi a creare in seguito alla nuova privacy policy di WhatsApp annunciata per febbraio, ma ora rimandata a maggio.

I nuovi utenti della famosa app di messaggistica istantanea criptata, ma anche quelli più storici e affezionati, da oggi possono usufruire di una funzione inedita con cui Telegram conta di sottrarre altre fasce di mercato alla sua acerrima rivale: stiamo parlando dell’importazione automatica delle chat da WhatsApp, siano esse personali o di gruppo (condizione imprescindibile per poter importare i messaggi è che tutti i membri del gruppo siano già iscritti a Telegram).

Importando le chat da WhatsApp a Telegram è possibile trasferire non solo messaggi testuali, ma anche video, foto e allegati. La nuova funzione di Telegram vale anche con altre due applicazioni (non molto usate in Italia), cioè Kakao Talk e Line. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Da WhatsApp a Telegram, come importare le chat

I passaggi da eseguire per importare le chat da WhatsApp a Telegram sono molto semplici:

  1. apri WhatsApp e la chat che vuoi esportare;
  2. clicca sui tre puntini in alto a destra e seleziona “Altro > Esporta chat”
  3. scegli se esportare anche foto, video e file in allegato (in questo caso WhatsApp ti avvisa dicendo che i tempi di esportazione saranno più lunghi);
  4. nel menu “Condividi” seleziona Telegram tra le opzioni a disposizione;
  5. ecco creato un file zip contenente tutti i dati della chat che hai esportato;
  6. invia questo file zip per messaggio al contatto Telegram corrispondente;
  7. così facendo, Telegram può ricostruire le chat pregresse (per ogni messaggio sarà indicata sia la data corrente di importazione sia quella originale).

Vantaggi della nuova funzione di Telegram

Con la nuova funzione, gli utenti abituati a usare WhatsApp possono finalmente passare a Telegram consapevoli della possibilità di salvare le vecchie chat in un’altra app di messaggistica senza rischiare di perderle. Questo è il motivo principale per cui Telegram ha deciso di sviluppare l’inedita funzionalità, ma c’è anche un altro vantaggio.

Con la funzione dell’importazione è possibile liberare spazio sul proprio smartphone. In che modo? Basta accedere a Telegram, andare su “Impostazioni > Dati e archivio > Utilizzo archivio” e scegliere per quanto tempo si desidera salvare i dati sul telefono prima che siano copiati e trasferiti sui server di Telegram. Per evitare di riempire la memoria del dispositivo con una quantità eccessiva di dati, è anche possibile decidere se copiare solo i messaggi di testo o anche altri file come video e foto.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Android 10, smartphone compatibili
icona app

Blog

Android 10: come sarà il nuovo sistema operativo

Nei giorni scorsi Google ha ufficialmente rilasciato Android 10. A beneficiare sin da subito dell’installazione sono gli smartphone Google Pixel, mentre per i cellulari delle altre aziende l’aggiornamento al…

Come fare videochiamata di gruppo su WhatsApp
icona app

Blog

WhatsApp: come fare una videochiamata di gruppo

Il periodo delicato che stiamo affrontano per colpa del coronavirus ha notevolmente limitato le possibilità di contatto sociale. Se quello che ci manca di più è la possibilità di…

Spotify, in arrivo la geolocalizzazione
icona app

Blog

Spotify: geolocalizzazione contro i furbetti dell’abbonamento

Gli abbonamenti Family sottoscritti furbamente potrebbero avere i giorni contati. Un’affermazione che suona quasi come una sentenza per tutti coloro che usano Spotify in maniera non propriamente lecita. Sarebbe,…

Iscriviti alla Newsletter