Telegram, boom di utenti per fuga da WhatsApp
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 441

Boom di Telegram in 72 ore: fuga di utenti da WhatsApp?

Nell’arco delle ultime 72 ore Telegram ha incrementato il proprio bacino di utenti aggiungendo alla cerchia dei suoi utilizzatori ben 25 milioni di account in più. Un cambio di rotta eccezionale verso quest’app di messaggistica istantanea che può essere spiegato adducendo come motivazione la nuova privacy policy annunciata da WhatsApp nei giorni scorsi.

L’aggiornamento dei termini nell’ultima versione di WhatsApp ha spinto un numero notevole di utenti a fuggire da quella piattaforma per rifugiarsi su Telegram, ritenuta ora ancora più sicura. Cerchiamo di comprendere meglio le ragioni della virata e le reazioni del CEO Pavel Durov.

25 milioni di nuovi utenti su Telegram: ecco perché

Telegram, si sa, è uno dei rivali storici di WhatsApp; il suo successo è confermato dagli oltre 500 milioni di utenti che ogni giorno la scelgono per chattare con i propri contatti. Ma è il fatto di essere stata scaricata da 25 milioni di nuovi utenti negli ultimi tre giorni ad aver attirato l’attenzione.

Stando a quanto affermato dal CEO Pavel Durov, gran parte dei nuovi utenti (38%) ha origini asiatiche, il 27% proviene dall’Europa, il 21% dall’America Latina e l’ultima fetta di mercato comprende Medio Oriente e Nord Africa (8%). Questa crescita esponenziale, per quanto sia anche avvenuta in passato, ha in realtà un significato diverso e la ragione del picco è strettamente correlata ai cambiamenti in atto su WhatsApp.

Leggi anche: Telegram, tutte le novità della famosa app di messaggistica

Parla il CEO di Telegram

In base all’aggiornamento dell’informativa sulla privacy di WhatsApp, a breve l’app potrà condividere con Facebook alcuni dati dei suoi oltre 2 miliardi di utenti e sarà necessario accettare i nuovi termini per poter continuare a usare l’applicazione. Inequivocabile, quindi, secondo Pavel la scelta delle persone di abbandonare WhatsApp per non dover più barattare servizi gratuiti con la possibilità che i propri dati siano dati in pasto alle grandi società tecnologiche.

Il CEO di Telegram ha dichiarato che gli utenti vogliono poter contare su una piattaforma di comunicazione particolarmente attenta alla privacy e alla sicurezza, per questo Telegram si sta rivelando la scelta vincente di questo ultimo periodo. Rivolgendosi a questa fascia di persone, Pavel Durov ha affermato: “Non ti deluderemo. Voi siete stati e sarete sempre la nostra unica priorità. A differenza di altre app popolari, Telegram non ha azionisti o inserzionisti a cui fare rapporto“.

Chissà che queste affermazioni non convincano altri milioni di utenti a scappare a gambe levate da WhatsApp per approdare su nuovi lidi lontani dalle mire espansionistiche di Mark Zuckerberg.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Waze rilascia la funzione "Costo pedaggio"
icona app

Blog

Waze, ora puoi conoscere il costo del pedaggio anche in Italia

L’aggiunta della funzionalità “Costo pedaggio” non è una novità per la famosa app di navigazione GPS. Il suo lancio ufficiale è avvenuto già nel corso dello scorso luglio, ma…

SimJacker, bug schede SIM
icona app

Blog

SimJacker: scoperto gravissimo bug in tutte le schede SIM

Negli ultimi giorni si è diffusa la notizia di un gravissimo bug che consentirebbe la violazione della privacy di tutti gli smartphone possibili: questi potrebbero essere controllati a prescindere…

Facebook, video brevi come i Reels di Instagram
icona app

Blog

Facebook, in arrivo video brevi come i Reels di Instagram

I Reels di Instagram potranno presto essere visualizzati anche su Facebook. La nuova funzionalità è in fase di test in India e prevede la possibilità di condividere i Reels…

Iscriviti alla Newsletter