Signal. come cresce l'app tipo WhatsApp
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 259

Signal: ecco come vuole espandersi l’anti-WhatsApp del momento

WhatsApp è usata da ben 2 miliardi di persone nel mondo, un traguardo da cui deriva il merito di essere sicuramente la più popolare tra le applicazioni di messaggistica disponibili per sistema operativo Android e iOS. Sebbene i numeri parlino chiaro, Signal non ci sta a lasciarsi spaventare, anzi. L’anti-WhatsApp del momento ha all’attivo 10 milioni di download, ma le sue mire espansionistiche non accennano a diminuire.

Nota per essere stata una delle prime app basate sul sistema di crittografia end-to-end, Signal è sicuramente una delle piattaforme di messaggistica più affidabili per chattare con i propri cari; è usata per inviare messaggi sicuri e fare chiamate criptate, il tutto mettendo al centro dell’attenzione la protezione dei dati personali degli utenti.

Signal continua a crescere

A credere nelle sue qualità di applicazione di messaggistica sicura è stato Brian Acton, uno dei co-fondatori di WhatsApp diventato direttore esecutivo della Signal Foundation con il suo finanziamento da 50 milioni di euro. L’ingente investimento ha permesso di allargare il team di sviluppo passando da 3 a 20 dipendenti: in questo modo la società ha potuto mettersi all’opera su nuove funzionalità, con l’intento di rendere l’applicazione accessibile a tutti.

Avendo come caratteristica distintiva la protezione della privacy, tra gli utilizzatori più assidui di Signal vi sono soprattutto attivisti e giornalisti. Lo scopo, però, è quello di espandere il pubblico, facendo sì che possa essere usata da più utenti possibili in virtù della sua semplicità e di nuove funzioni aggiunte nel corso di questi mesi.

Nuove funzionalità

Ecco alcune delle funzionalità innovative implementate:

  • gli amministratori dei gruppi, a proprio piacimento, possono aggiungere o eliminare persone;
  • la crittografia end-to-end è stata applicata anche agli sticker e ai contenuti multimediali.

Per il resto Signal funziona come tutte le altre app di messaggistica istantanea, dando la possibilità di effettuare chiamate e videochiamate, di messaggiare mediante chat criptata e di inviare file di qualsiasi tipo (come immagini, audio e GIF). Non ci resta che seguire l’evoluzione dell’applicazione, sicuri che le aspettative non saranno deluse.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Google Traduttore, migliorate le traduzioni offline
icona app

Blog

Google Traduttore, migliorate le traduzioni offline

Essere poliglotti risolverebbe quei fastidiosi problemi di comunicazione che riscontriamo quando visitiamo un Paese straniero. Poiché è impossibile conoscere tutte le lingue del mondo, possiamo affidarci alla tecnologia e…

WhatsApp, nuovo editor per immagini
icona app

Blog

WhatsApp, come funziona il nuovo editor per immagini

Se in un precedente articolo abbiamo rivelato alcune delle novità WhatsApp sulle quali sta lavorando il suo team di sviluppatori (come la modalità notte e gli annunci pubblicitari previsti…

iOS 13 contro le app che spiano
icona app

Blog

Su iOS 13 attivata una funzione contro le app spione

Sul nuovo sistema operativo sviluppato in casa Apple è stata implementata una funzione che può rivelarsi estremamente utile per gli utenti: su iOS 13 fa la sua comparsa una…

Iscriviti alla Newsletter