Play Store e Apple Store in crescita a dicembre 2019
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 250

Play Store e Apple Store in crescita: amore folle per giochi e applicazioni

Le festività natalizie hanno confermato un trend super positivo per il Play Store e l’Apple Store: le applicazioni e i giochi sono diventati strumenti di svago e utilità imprescindibili per milioni di utenti sparsi in tutto il mondo. Questo ha dato un’enorme spinta al mercato delle app, facendo crescere sempre di più gli store ufficiali dei due sistemi operativi per eccellenza, Android e iOS.

Come va il mercato delle app

A confermare questi dati è il rapporto di Sensor Tower, all’interno del quale vengono analizzate le vendite delle app durante il Natale. Stando a questa analisi, sono aumentati i guadagni, gli acquisti in-app e i download: mentre l’anno precedente è stata sostenuta una spesa pari a 249 milioni di dollari, il 2019 ha regalato grandi soddisfazioni raggiungendo la soglia dei 277 milioni di dollari.

Secondo quanto emerso dall’indagine, gli utenti a dicembre 2019 hanno speso ben 5,1 miliardi di dollari sul Play Store e sull’Apple Store (o App Store), una percentuale in salita rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. In particolar modo, il 5% della spesa totale è stata effettuata a Natale, acquistando applicazioni varie e giochi.

Applicazioni vs giochi: chi riceve più download
Applicazioni vs giochi: chi riceve più download

Giochi e applicazioni più scaricate

Per comprendere quali app hanno riscosso maggiore successo, basta riflettere sui seguenti numeri: dei 277 milioni di dollari prima menzionati, ben 210 milioni sono stati destinati all’acquisto dei giochi, che hanno così rappresentato il 76% delle entrate. Tra i giochi più scaricati troviamo PUBG Mobile (l’acronimo sta per “PlayerUnknown’s Battlegrounds”), entrato a far parte del mercato delle applicazioni nella primavera del 2018. Eletto come “migliore gioco dell’anno 2018 per dispositivi mobili”, si tratta di un gioco di sopravvivenza degno rivale di Fortnite.

Per quanto concerne in particolar modo le spese sostenute per le app, in netto aumento rispetto allo scorso Natale, hanno dato un notevole contributo servizi come Tinder e Disney+. Sebbene il mercato delle app dia segnali confortanti, non dobbiamo, però, dimenticare che l’80% degli introiti è nelle mani solo di una piccolissima quota di sviluppatori, cioè circa l’1%.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Google Play Pass, a cosa serve
icona app

Blog

Google Play Pass: abbonati per accedere a centinaia di app

Non tutte le app presenti sul Play Store sono disponibili gratuitamente. Molte sono a pagamento e spesso si tratta di applicazioni utili che è opportuno avere sul proprio smartphone….

Trenord, due nuove funzioni per viaggiare in sicurezza nella fase 2
icona app

Blog

Trenord, l’app si aggiorna per aiutare i passeggeri nella fase 2

L’avvio della fase 2 ha spinto numerose realtà a mobilitarsi affinché le norme per il distanziamento sociale siano rispettate in maniera rigorosa, contenendo così il rischio di contagio da…

App Google, news su Google Assistant
icona app

Blog

App Google, novità per Google Assistant

Il colosso di Mountain View appare inarrestabile. Dopo le novità annunciate per il suo navigatore GPS, inclusa quella relativa al mercato del food delivery con la nuova possibilità, per…

Iscriviti alla Newsletter