Instagram tutela minorenni
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 500

Instagram protegge i minorenni bloccando post su chirurgia e diete

Il social network più famoso di tutti i tempi aveva già dichiarato a luglio il proprio impegno a favore degli utenti minorenni. Nei mesi passati sono state, infatti, implementate due nuove funzioni per combattere il cyberbullismo che sulla sua piattaforma trova un terreno fertilissimo. Per farlo, Instagram aveva deciso di impugnare l’arma più potente che esista, ovvero l’intelligenza artificiale, uno strumento grazie al quale è possibile prevenire gli attacchi da un lato e dall’altro offrire alle vittime il miglior supporto possibile.

La notizia annunciata oggi riguarda, invece, un altro argomento sensibile: quello dei contenuti che possono influenzare negativamente gli utenti minorenni iscritti alla piattaforma. Nello specifico si parla di post che promuovono interventi di chirurgia plastica e prodotti dimagranti. Ecco come Instagram ha deciso di intervenire per risolvere il problema.

Rimozione dei post

Per evitare che i giovanissimi utenti possano imbattersi in post simili, Instagram ha deciso che in alcuni casi provvederà a rimuoverli del tutto. L’iniziativa attuata dal social controllato da Facebook mira a contrastare una delle tendenze più diffuse nel mondo degli influencer.

In seguito al calo dei follower gli utenti più famosi usano tutti i trucchi possibili affinché il coinvolgimento dei post possa aumentare, incluse la pubblicazione e la sponsorizzazione di contenuti con i quali promuovono chirurgia estetica e prodotti dimagranti miracolosi. A essere direttamente colpiti saranno gli account con un enorme seguito, come quello delle sorelle Kardashian (inclusa Kylie Jenner), ammirate da moltissime ragazze adolescenti.

Filtro minorenni

Il noto social di Mark Zuckerberg applicherà un filtro minorenni a tutti quei post che incentivano l’acquisto o mostrano il prezzo di un prodotto. Nello specifico queste sono le parole di Instagram in merito alla rimozione totale dei post incriminati, sottolineando che saranno eliminati

se sono accompagnati da dichiarazioni miracolose sull’efficacia di una certa dieta o un prodotto per la perdita di peso, e sono collegati a un’offerta commerciale, come per esempio un codice promozionale.

In merito alla distribuzione degli annunci pubblicitari su questo tipo di prodotti Instagram ha voluto specificare che in realtà è stata sempre vietata, ma è necessario intervenire in maniera più decisa perché la diffusione di simili sponsorizzazioni si sta amplificando. Stando a quanto affermato in un comunicato stampa, l’obiettivo della piattaforma è quello di rendere il social un luogo positivo per tutti gli utenti e di ridurre la pressione alla quale molti di loro sentono di essere sottoposti.

Tutti gli articoli su →

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Facebook Pay, ecco il nuovo sistema di pagamenti digitali
icona app

Blog

Facebook Pay, ecco il nuovo servizio di pagamenti digitali

La notizia è ufficiale: Facebook lancia Facebook Pay, il nuovo servizio di pagamenti che potrà avvenire attraverso la sua applicazione e su tutte le piattaforme di sua proprietà. Stiamo…

Google Maps, funzione per evitare assembramenti
icona app

Blog

Google Maps, nuova funzione per evitare assembramenti

Google Maps si aggiorna aggiungendo una funzionalità per contenere e monitorare i contagi da coronavirus. È stata implementata per i mezzi pubblici e ha lo scopo di avvisare gli…

Giro d'Italia 2019, partnership tra RCS Sport e Waze
icona app

Blog

Waze è Traffic Partner del Giro d’Italia 2019

Il Giro d’Italia è una delle manifestazioni sportive più seguite e più amate dagli italiani. Nel corso delle sue 21 tappe vede sfidarsi i campioni internazionali del ciclismo, richiamando…

Iscriviti alla Newsletter