Google Traduttore, migliorate le traduzioni offline
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 65

Google Traduttore, migliorate le traduzioni offline

Essere poliglotti risolverebbe quei fastidiosi problemi di comunicazione che riscontriamo quando visitiamo un Paese straniero. Poiché è impossibile conoscere tutte le lingue del mondo, possiamo affidarci alla tecnologia e ai servizi che questa mette a disposizione. Uno di questi è Google Traduttore, da oggi aggiornato affinché ogni utente possa usufruire di traduzioni offline qualitativamente migliorate.

Quante volte è capitato di intrattenere conversazioni in lingua con un passante utilizzando Google Traduttore e di non poter proseguire il discorso poiché la connessione Internet viene meno improvvisamente? Ecco, il recente aggiornamento dell’app permette di ovviare a questo problema offrendo agli utenti un servizio offline di Google più veloce e preciso rispetto al passato.

Cosa cambia col nuovo aggiornamento

Fino a poco tempo fa ritrovarsi a sostenere un dialogo in un idioma straniero ricorrendo a Google Traduttore anche in assenza di rete era complicato, perché le traduzioni offline non erano accurate quanto quelle fornite online e non era possibile scoprire parole nuove.

L’aggiornamento di Google Traduttore (o Google Translate, come lo si voglia chiamare) risponde, quindi, all’esigenza di migliorare il supporto offline. Ecco, dunque, spiegata la novità introdotta dal colosso di Mountain View per quanto riguarda le traduzioni offline, ora più affidabili e veloci del 12%. Un lavoro certosino è stato messo in atto sulla grammatica, sulla struttura delle frasi e sulla scelta dei vocaboli in relazione al contesto.

Leggi anche: Google Assistant diventa interprete per farti parlare in 44 lingue

Ben 59 le lingue introdotte

A questa novità si aggiunge l’introduzione di 59 lingue, una varietà linguistica notevole per un servizio che mira a diventare il punto di riferimento di tutti i viaggiatori che amano scoprire luoghi nuovi senza la preoccupazione di dover imparare le principali espressioni usate nel luogo che si vuole o si sta per raggiungere.

Grazie all’aggiornamento l’azienda californiana ha migliorato del 20% la traduzione di alcune lingue come il polacco, il coreano, il giapponese, il tailandese e l’hindi. Visitare questi Paesi sarà, dunque, più semplice perché si avrà sempre a portata di mano un’applicazione che traduce le parole straniere in maniera più scorrevole e precisa, sia che la si consulti online sia che lo si faccia offline.

Ecco le altre novità

Google ha deciso di rinnovare il suo servizio di traduzione automatica migliorando non solo le traduzioni offline, ma anche lo spelling, utile per capire come si pronunciano le parole straniere che non conosciamo.

Tra le nuove funzioni in fase di test è stata implementata “Flashcard”, sviluppata per consentire il salvataggio delle espressioni preferite: questa funzionalità renderebbe Google Traduttore altamente competitiva nel mercato delle applicazioni per imparare lingue straniere disponibili per piattaforma Android e iOS (tra queste Duolingo, Babbel, Ablo e altre).

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Google Play Pass, a cosa serve
icona app

Blog

Google Play Pass: abbonati per accedere a centinaia di app

Non tutte le app presenti sul Play Store sono disponibili gratuitamente. Molte sono a pagamento e spesso si tratta di applicazioni utili che è opportuno avere sul proprio smartphone….

Android 10 Go Edition
icona app

Blog

Android 10 Go Edition, il nuovo OS per smartphone entry-level

Dopo aver ufficializzato il rilascio di Android 10, Google è pronto a lanciare Android Go, una versione “Lite” del nuovo sistema operativo per smartphone Android. Così come specificato in…

app meteo
icona app

Blog

App Meteo, qual è la migliore applicazione?

Quante volte ogni giorno guardiamo le temperature meteo? Magari per regolarci se potrare l’ombrello o meno. Ognuno di noi ha diverse App Meteo scaricate sul proprio smartphone, ma qual…

Iscriviti alla Newsletter