Google sta per lanciare Google Personal Safety
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 132

Google chiama i soccorsi in caso di incidente stradale

La tecnologia può essere amica dell’uomo sotto molteplici punti di vista. Smartphone e smartwatch possono addirittura salvarci la vita, così come dimostrano i numerosi casi in cui una persona è riuscita a chiedere aiuto pur non potendo chiamare i soccorsi in prima persona. L’Apple Watch Serie 4, ad esempio, ha la capacità di inviare un allarme a parenti, amici e personale medico qualora la persona che lo indossa dovesse cadere.

Nel settore della sicurezza è pronta a fare il suo ingresso anche Google. Il colosso di Mountain View, infatti, sta per lanciare Google Personal Safety, un’app che provvederà a chiamare automaticamente i soccorsi in caso di incidente stradale. Come al solito, nella fase iniziale l’applicazione sarà disponibile per i Google Pixel e solo negli Stati Uniti, ma successivamente potrà essere distribuita anche a livello europeo.

App scoperta “per sbaglio”

L’app non è stata ancora annunciata ufficialmente, ma il team di XDA-Developers ha avuto il tempo necessario di provare e fare alcuni screenshot della versione che è stata pubblicata per sbaglio sul Play Store prima che venisse rimossa dagli sviluppatori.

Stando alla descrizione intravista, si tratterà di “un’applicazione per i telefoni Pixel che aiuta gli utenti ad essere in sicurezza e connessi con i loro contatti d’emergenza“. Come funzionerà, quindi, Google Personal Safety? Per individuare un incidente stradale il sistema sfrutterà la posizione, i sensori di movimento (come l’accelerometro) e il microfono (usato per verificare l’audio dell’ambiente nel quale l’utente si trova), e lo smartphone su cui l’app sarà installata sarà in grado di chiamare il 911 (ossia la versione americana del nostro 118) per chiedere l’invio dei soccorsi.

Come funzionerà Google Personal Safety

Qualora si verificasse un incidente grave e l’app facesse partire la chiamata al 911, l’utente impossibilitato a parlare potrà affidarsi a tre tipi di soccorso: forze dell’ordine, vigili del fuoco e intervento medico. La nuova applicazione dedicata alla sicurezza su strada è stata creata per poter essere usata in ogni situazione di pericolo, incidenti non gravi inclusi (quando ad esempio si verifica un tamponamento).

Quale sarà il meccanismo di funzionamento di Google Personal Safety? Quando verrà rilevato un possibile incidente, l’app vibrerà emettendo un suono a tutto volume: sarà l’utente a stoppare l’allarme così da bloccare l’invio della richiesta di soccorsi; questa operazione potrà avvenire o cliccando sull’opzione relativa o mediante comando vocale.

Una volta dimostrata la propria incolumità, l’app chiederà nuovamente conferma delle proprie condizioni di salute, e infine la persona coinvolta avrà modo di condividere con la piattaforma quello che è successo, così da rendere più efficiente il suo sistema di rilevamento degli incidenti.

TAG

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

WhatsApp per KaiOS
icona app

Blog

WhatsApp disponibile anche per sistema operativo KaiOs

Quando parliamo di sistemi operativi per gli smartphone di ultima generazione viene automatico pensare a iOS e Android. Nel panorama tecnologico odierno, però, esistono anche telefoni spartani usati in…

App VPN Android infette, quali sono
icona app

Blog

App VPN Android infette, ecco quali

Le falle di sicurezza riguardanti il Play Store hanno fatto sì che sulla sua piattaforma potessero essere pubblicate numerose applicazioni malevoli prontamente individuate e segnalate. La notizia di oggi…

Telegram, aggiornamento 2019
icona app

Blog

Telegram si aggiorna: nuova grafica e nuove funzioni

Se Telegram dovesse tracciare un bilancio dell’anno appena conclusosi, sarebbe certamente positivo. Il 2019, infatti, ha regalato all’app di messaggistica istantanea rivale numero uno di WhatsApp una mole sorprendente…

Iscriviti alla Newsletter