Stop a Google Play Music
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 23

Google Play Music saluta gli utenti, YouTube la sostituisce

Google Play Music non esisterà più: al suo posto verranno usati YouTube Music e Google Podcast. Dopo un’onorata carriera con più di 5 miliardi di download, Big G ha deciso di eliminare dal Play Store la sua storica app per ascoltare musica in streaming, e d’altronde non poteva essere diversamente visto l’enorme successo delle altre piattaforme musicali come Spotify, Apple Music o Amazon Music.

Con Google Play Music era possibile non solo caricare e ascoltare i propri brani MP3, ma anche sintonizzarsi sulle stazioni radio preferite e creare delle playlist personalizzate. Queste funzioni diventeranno parte integrante di YouTube Music, l’applicazione con cui Google ha scelto di soppiantare la sua precedente piattaforma e rilanciarsi nel mercato delle app per lo streaming musicale.

Se hai sempre usato Google Play Music per ascoltare la tua musica del cuore, non devi preoccuparti: canzoni, playlist, podcast da te selezionati non andranno persi in alcun modo, potrai infatti eseguire il trasferimento dei contenuti da Google Play Music a YouTube Music in pochi semplici passaggi. Vediamo quali.

Da Google Play Music a YouTube Music: come trasferire i contenuti

Per trasferire tutti i dati da una piattaforma all’altra, l’azienda californiana ha sviluppato uno strumento online apposito. Al momento possono usarlo solo alcuni utenti, ma la disponibilità (verificabile cliccando qui) sarà estesa a tutti nel giro di qualche settimana.

I contenuti che potranno essere trasferiti sono i seguenti: brani acquistati e ascoltati; stazioni radio e playlist; canzoni e album della tua raccolta; le tue preferenze in merito ai brani (espresse mediante “Mi Piace” o “Non mi piace”); i dati di fatturazione qualora avessi un abbonamento attivo (l’abbonamento a Google Play Music sarà trasformato in abbonamento a YouTube Music, corrispondente cioè a YouTube Music Premium o YouTube Premium).

Trasferimento dei podcast

Per il trasferimento dei podcast, invece, Google ha creato un secondo tool che funziona come il primo. Per prima cosa bisogna accedere allo strumento online cliccando qui, per poi seguire le istruzioni. I podcast saranno trasferiti in brevissimo tempo e nulla di quello che avevi salvato su Google Play Music andrà perso.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Waze e Spotify, brani più ascoltati alla guida nel 2019
icona app

Blog

Waze e Spotify: ecco i brani più ascoltati dagli automobilisti

La relazione tra Waze e Spotify è più salda che mai. Waze è il famoso servizio di navigazione GPS gratuito con cui puoi viaggiare in tutta sicurezza grazie alle…

App controllo assicurazione e revisione online gratis
icona app

Blog

Controllo assicurazione auto: quali sono le 2 app migliori

Lo sai che in Italia ci sono circa 4 milioni di veicoli senza copertura assicurativa? Lo rivela l’ANIA (Associazione Nazionale fra le imprese assicuratrici), e a questo dato allarmante…

Facebook blocca notizie false sul coronavirus
icona app

Blog

Coronavirus: Facebook dichiara guerra alle fake news sulle sue piattaforme

Le notizie sul coronavirus continuano a inondare TV e social network, contribuendo ad estendere a macchia d’olio un panico da contagio che sembra non volersi attenuare. Se personaggi noti,…

Iscriviti alla Newsletter