Virus bancario in app Android
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 41

Attento alla truffa: virus bancario in app Android

Ci risiamo. Per quanto il Play Store tenti di correre ai ripari controllando il più possibile le app presenti sulla sua piattaforma, siamo nuovamente costretti a parlare di virus e frode a danno di migliaia di utenti, soprattutto in Spagna. A scoprire l’app infetta è stato il team di ricercatori del Mobile Threat Labs di Avast: si tratta di Calculador de Moneda, un’applicazione usata per le conversioni di valute; l’app in questione, lanciata a marzo e con migliaia di download all’attivo, è stata infettata da un malware chiamato “Cerberus“.

Cadere nella trappola dei numerosi hacker in circolazione può essere più semplice di quanto si pensi, per questo non è raro che applicazioni malevole simili riescano nell’intento di attaccare gli utenti trafugando i loro dati personali. Cerchiamo allora di capire come agisce Cerberus e come difendersi.

Cerberus, come funziona il virus

Per settimane l’applicazione è stata scaricata in tutta tranquillità senza destare alcun sospetto, occultando così la sua vera natura. Dopo aver raccolto una base sufficiente di utenti, è entrata in azione per cercare di rubare le credenziali dei conti bancari. A nulla sono servite le misure di sicurezza come l’autenticazione a due fattori: l’app le ha aggirate mettendo a segno il colpo.

In che modo ci è riuscita? Se sul cellulare è stata installata un’app bancaria, il virus Cerberus è in grado di sovrapporsi ad essa e agire nel momento in cui un utente accede al proprio conto bancario: si apre una schermata fasulla per il login, così da fargli inserire le credenziali che a questo punto vengono rubate insieme a codici di autenticazione e messaggi di testo via SMS violati.

Come difendersi dall’app infetta

Il consiglio in questi casi è sempre quello di verificare la bontà delle azioni e delle schermate che un’applicazione chiede di eseguire e aprire. Qualora l’indirizzo di una pagina dovesse destare sospetti, è sempre bene evitare di inserire le proprie credenziali, soprattutto quando consentono l’accesso a servizi bancari. Per scongiurare frodi simili a quelle messe in atto dal virus Cerberus, è opportuno installare sul proprio smartphone una valida app antivirus, come Avast o Clean Master.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Android 10 obbligatorio
icona app

Blog

Android 10 obbligatorio dal 2020, parola di Google

Android 10 sarà obbligatorio a partire dal 31 gennaio 2020: questa è la decisione insindacabile di Google. Se gli smartphone e i tablet non vedranno preinstallato il nuovo sistema…

Google Maps, nuova funzione per chi usa biciclette
icona app

Blog

Google Maps, nuova funzione per chi usa bicliclette e mezzi sostenibili

Un periodo decisamente fervido per il navigatore GPS sviluppato da Big G, sono infatti numerose le novità messe in campo oltre a quella annunciata in merito al miglioramento dell’integrazione…

WhatsApp Pay in Brasile
icona app

Blog

WhatsApp, ecco come fare acquisti e inviare soldi

In Brasile WhatsApp ha deciso di rilasciare una funzione che può rivoluzionare le modalità di pagamento e rappresentare una vera e propria svolta per la famosa app di messaggistica…

Iscriviti alla Newsletter