Emoji per Android, inserimento in autonomia
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 501

Emoji per Android, installa tutte quelle che vuoi

Sugli smartphone Android sta per esplodere l’emoji mania. Eh già, perché a breve tutti i possessori di dispositivi Android potranno installare le emoticon autonomamente, senza attendere che siano integrate in seguito all’aggiornamento del proprio sistema operativo. Google stesso avrebbe diffuso l’indiscrezione, rallegrando tutti gli utenti che amano usare le emoji per chattare con amici e parenti.

Unicode ne ha aggiunte parecchie nel corso degli anni, a tal punto da essere diventate un vero e proprio strumento di comunicazione al posto dei classici messaggi scritti. Per poter essere comprese da tutti i device, devono essere aggiunte dai vari sistemi operativi: solo così è possibile usarle nel corso delle conversazioni intrattenute tramite le diverse app di messaggistica istantanea (come WhatsApp e Telegram).

Emoji per Android, come funziona ora

Stando al funzionamento attuale, per avere emoji nuove sul proprio telefono bisogna aggiornare il sistema operativo. Su Android il salvataggio delle emoticon avviene in un file chiamato “NotoColorEmoji.ttf“, che è presente all’interno di una cartella situata in una partizione del sistema che è di sola lettura (il percorso da seguire per rintracciarle è /system/fonts).

Cosa significa nello specifico? Che non è possibile aggiornare il file in modo autonomo, ma solo aspettare che arrivi l’update ufficiale del proprio OS; l’alternativa, valida però solo per i veri smanettoni del web, è eseguire l’operazione di aggiunta di nuove emoji mediante root.

Leggi anche: “Leggi dopo”, la nuova funzione di WhatsApp

Emoji per Android, come funzionerà a breve

Stando a quanto compreso dagli esperti, a breve sarà possibile aggiungere nuove emoji svincolando il processo dall’aggiornamento del sistema operativo Android. L’ufficialità delle informazioni acquisite finora non è ancora arrivata, ma alcuni commenti al codice sembrano confermare questa novità.

Sembrerebbe, dunque, che il system server sarà capace di aggiornare il file delle emoji precedentemente nominato, fornendo alla partizione in cui è inserito i permessi di lettura e scrittura. In questo modo ogni app potrà modificare il file delle emoticon e dei font, rendendo fattibile l’aggiunta di nuove icone a prescindere dall’update ufficiale dell’OS Android.

Probabilmente l’inserimento autonomo delle emoji potrà avvenire col rilascio del nuovo sistema operativo Android 12 previsto per i mesi a venire.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.


Condividi l'articolo con i tuoi amici


Fai conoscere la tua applicazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

Furto credenziali Facebook, 25 app Android da eliminare
icona app

Blog

Furto di credenziali Facebook: 25 app Android da eliminare

Un’azienda di cybersicurezza francese ha scoperto 25 app da rimuovere immediatamente dagli smartphone Android. Nel calderone delle applicazioni pericolose compaiono app di vario genere, da quelle per gli sfondi…

eSIM, quando in Italia
icona app

Blog

eSIM: cosa sono, come funzionano e quando in Italia

Dopo la loro prima comparsa in America nel 2014 (sugli iPad Air 2 della Apple), anche in Italia stanno per fare il loro ingresso le eSIM, le nuove schede…

Android 11 quando arriva
icona app

Blog

Android 11, quando arriva e su quali smartphone

Android 11 sta per fare la sua comparsa sulla scena mondiale. La sua presentazione doveva avvenire nel corso del Google I/O, ma l’evento è stato annullato a causa dell’emergenza…

Iscriviti alla Newsletter