WhatsApp non funzionerà più su alcuni smartphone, ecco quali
icona app

Blog
giorno commenti 0 visite 61

Addio a WhatsApp su alcuni smartphone dal 31 dicembre

Il destino di WhatsApp su alcuni smartphone è ormai segnato. Mentre si brinderà all’inizio del nuovo anno, l’app di messaggistica istantanea più famosa al mondo dirà addio ad alcuni cellulari “vintage” sui quali è in uso ancora per poco: i dispositivi incriminati sono i Windows Phone, ormai esclusi dal supporto e dai costanti aggiornamenti che l’applicazione riceve per quanto riguarda, invece, le piattaforme Android e iOS.

L’ultima data utile per usare WhatsApp sui telefoni in questione sarà il 31 dicembre 2019, giorno a partire dal quale l’app smetterà di funzionare su un sistema operativo che è ormai obsoleto e non più sicuro. La decisione di Menlo Park di fare pulizia è irrevocabile, quindi tutti i possessori di smartphone con Windows Mobile saranno costretti ad adeguarsi.

Da febbraio 2020 i Windows Phone non saranno gli unici dispositivi ad abbandonare WhatsApp, a questi, infatti, faranno seguito altri cellulari di vecchia data.

Bye bye, Windows Phone: ecco perché

Per i proprietari dei Windows Phone il 2020 si aprirà con il saluto definitivo a WhatsApp dopo un ultimo aggiornamento cumulativo che avverrà dal 10 dicembre in poi. Come mai l’azienda californiana ha voluto prendere questa decisione? La motivazione è semplice: la popolare applicazione di messaggistica ha bisogno di girare su sistemi operativi che risultino affidabili e che ricevano update frequenti. Da qui si deduce quanto Windows Mobile non possa essere più considerato tale.

Che si tratti di Windows 10 Mobile o di versioni precedenti, la sorte sarà uguale per tutti: il 16 dicembre 2019 Microsoft smetterà di rilasciare ulteriori patch di sicurezza e abbasserà le saracinesche del suo app store per Windows 8.1. Poiché il suo sistema operativo non sarà più sviluppato, la stessa Microsoft ha da tempo invitato tutti i suoi utenti a mettere da parte i Windows Phone per passare ad iPhone e a smartphone Android di nuova generazione.

WhatsApp saluterà anche i vecchi smartphone Android e iOS

Sempre per questioni di sicurezza, WhatsApp, dopo anni di onorata carriera, darà le sue dimissioni anche su altri dispositivi. Quali? Quelli sui quali sono installate vecchie versione di Android e iOS. Il tutto a partire dall’1 febbraio 2020.

In particolar modo, le versioni interessate dal cambiamento saranno le seguenti: 2.3.7 (risalente a dicembre 2010) o precedenti per quanto riguarda Android; iOS 8 (rilasciato a settembre 2014) o precedenti per quanto concerne gli iPhone. Trattandosi di sistemi operativi datati e quindi usati da un numero esiguo di utenti, i disagi non dovrebbero essere eccessivi.

TAG

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.

Fai conoscere la tua applicazione

Condividi l'articolo con i tuoi amici



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

App to do list, quali sono le migliori
icona app

Blog

Le migliori app to do list per la tua produttività

Riuscire a gestire tutti i tuoi impegni quotidiani ti sembra a volte complicato? La tua agenda grida pietà perché non fai altro che riempirla di appuntamenti e note scritte…

Memorie in Google Foto
icona app

Blog

Google Foto: nuova funzione chiamata “Memorie”

Google Foto si arricchisce di una nuova funzionalità chiamata “Memorie”. Si tratta di un’evoluzione della precedente funzione nota come “Riscopri questo giorno” e presenta diverse similarità con le storie…

Google Lens, come funziona
icona app

Blog

Ora puoi ordinare il cibo anche usando Google Maps

Dopo aver implementato nuove funzionalità in Google Maps, il colosso di Mountain View punta anche sul food delivery. Lo scopo? Fidelizzare sempre più utenti all’utilizzo dei servizi di Google…

Iscriviti alla Newsletter